Nasce G-Factor
competenze, capitali e comunità fanno sistema

Opificio Golinelli cresce: il nuovo incubatore e acceleratore é uno spazio di 2500 mq per realtà imprenditoriali emergenti ed é un ambiente collaborativo e generativo, che consente la fertilizzazione tra diverse competenze, esperienze e culture: umanistica, tecnica, scientifica, economica.

2.500

mq di innovazione

9

mesi di programma per costruire il futuro

1.000.000€

in denaro e servizi disponibili nel prossimo bando

10

idee di impresa selezionate

G-FACTOR

G-Factor è un ambiente di reazione, che cerca di trasformare il potenziale di innovazione tecnologica che sta nei giovani, da un lato, e negli scienziati, dall’altro, in realtà imprenditoriali in grado di affermarsi sul mercato con successo, creando modelli replicabili e scalabili.

È una risposta alla necessità di integrare ricerca scientifica, industria e mercato, mettendo al centro i giovani e le loro idee d’impresa.

In un ecosistema territoriale ad alta vocazione scientifica e imprenditoriale, unico al mondo, G-Factor punta a far crescere nuovi imprenditori, applicando una metodologia formativa inclusiva e paziente, da un lato, ma seguendo le logiche della scienza e del mercato, dall’altro, grazie a programmi di incubazione e accelerazione personalizzati e alla disponibilità di capitali, strutture e relazioni.

LEGGI TUTTOMOSTRA MENO

Il 25 febbraio Fondazione Golinelli ha inaugurato gli spazi dedicati a G-Factor e presentato i nove progetti selezionati tra le 124 candidature. Le start up vincitrici della prima call Life Sciences Innovation sono:

BCI è una startup biotecnologica focalizzata alla massimizzazione della biocompatibilità di sostituti valvolari cardiaci fabbricati con tessuti di origine animale migliorando le relative performance e raddoppiando la durata di funzionamento nel tempo.

Adam’s Hand è una protesi della mano mioelettrica, basata su un meccanismo patent-pending che consente con un solo motore di muovere tutte le dita, facendo in modo che queste si adattino automaticamente a forma e dimensioni degli oggetti impugnati.

Complexdata ha sviluppato una piattaforma che usa l’intelligenza artificiale per stimare il rischio di metastasi in un paziente oncologico. Oltre che alla medicina di precisione, la piattaforma è utilizzabile per la ricerca di nuovi farmaci e il riposizionamento di quelli vecchi.

Diamante (Diagnosi Malattie Autoimmuni mediante NanoTecnologie) è una startup innovativa a vocazione sociale, team al femminile, specializzata nella produzione di nanoparticelle per la diagnosi di malattie autoimmuni tramite tecnologie biotech basate sullo sfruttamento delle piante come composti ad alto valore aggiunto.

eVAI è la piattaforma cloud di enGenome sviluppata per supportare i medici genetisti nella diagnosi di malattie ereditarie a partire da dati NGS. Utilizzando l'Intelligenza Artificiale, eVAI fornisce la più accurata interpretazione delle mutazioni genomiche.

Genoa Instruments, spin-off dell'Istituto Italiano di Tecnologia, produrrà strumentazione scientifica ad alto contenuto tecnologico nel campo della microscopia ottica in super-risoluzione, rendendola accessibile per realtà di ricerca pubblica e privata nonchè in ambito industriale.

P4P S.r.L. realizza biomateriali polimerici innovativi processati con tecniche di manifattura additiva per l'ottenimento di sistemi avanzati per la somministrazione personalizzata di farmaci.

Holey ha realizzato una soluzione integrata in grado di produrre tutori ortopedici su misura stampabili in 3D, che possono sostituire sia il gesso tradizionale sia i tutori commerciali in taglie.

RELIEF srl propone di ingegnerizzare, certificare e commercializzare un dispositivo endouretrale, inseribile in modo minimamente invasivo all’interno dell’uretra dei pazienti affetti da incontinenza grave e attivabile con un piccolo magnete.

Life Science Innovation 2018


Il programma di accelerazione inizierà il 18 marzo e durerà nove mesi, di cui tre residenziali in Opificio Golinelli e sei di mentoring e follow-up da remoto.

G-FORCE

Un innovativo programma ideato su misura per ricercatori e giovani esperti di elevato profilo tecnico-scientifico, che accelera i talenti e la crescita dei team sia nella dimensione imprenditoriale sia in quella scientifica. G-Force ha una durata complessiva di 9 mesi e prevede attività intensive e residenziali per i primi 3 mesi e non residenziali per i successivi 6 mesi, con workshop, mentoring, coaching, recruiting di giovani talenti e matching con potenziali partner industriali, uniti a servizi logistici, servizi business, convenzioni e agevolazioni. Nei primi 3 mesi del programma è compreso l’alloggio in Bologna presso strutture convenzionate per 2 componenti del team.

WELCOME KIT

  • Alloggio in Bologna
  • Laboratorio e strumentazione
  • Business assessment
  • Custom "G-Force" program
  • Postazione di lavoro

Team

Ing. Antonio Danieli

Amministratore Unico G-Factor
Direttore Generale e Consigliere di Amministrazione di Fondazione Golinelli

Dott.ssa Cristiana Vignoli

Direttore

c.vignoli@fondazionegolinelli.it
Ing. Pietro Ferraris

Responsabile Programma di Accelerazione

p.ferraris@fondazionegolinelli.it
Dott.ssa Silvia Cozzi

Project Manager

s.cozzi@fondazionegolinelli.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta aggiornato/a su novità, eventi e iniziative di G-Factor

Contattaci