ARTI E SCIENZE

Il filo conduttore delle iniziative dell’area è la consapevolezza che la sintesi tra arti, scienze e tecnologie abbia prodotto le stagioni più alte della cultura occidentale e sia quindi uno dei terreni più fertili per immaginare e rappresentare il futuro.

Scopri di più

La prossima mostra del Centro Arti e Scienze inaugurerà nell’autunno 2019

Dal 2010 al 2017 Fondazione Golinelli ha prodotto un programma di mostre che hanno indagato i grandi temi della vita: la modificazione degli organismi viventi, il nostro rapporto con le tecnologie, i cambiamenti nelle età della vita dell’uomo, le risorse mentali che saranno necessarie per lavorare domani, il gusto, la libertà umana, l’imprevedibilità del futuro.

Le mostre sono state curate, fino al 2017, da Giovanni Carrada per la parte scientifica, e Cristiana Perrella per quella artistica. L’idea che ha caratterizzato questo percorso è che la combinazione di arte e scienza sia il modo migliore per stimolare la curiosità intelligente nei confronti del mondo e di noi stessi, che è fondamentale per formare le nuove generazioni.

Sia le arti sia le scienze sono, infatti, modi per andare oltre la realtà immediata: come l’arte non è semplice guardare, perché ci insegna a vedere, così la scienza trova spiegazioni che quasi sempre contraddicono il senso comune, aprendoci prospettive che non avremmo mai immaginato.

Dal 2010 a oggi i visitatori delle mostre di Fondazione Golinelli sono stati circa 130.000.

LEGGI TUTTOMOSTRA MENO

Un percorso di ricerca su arte e scienza

Il percorso prevede una parte divulgativa, aperta al pubblico, e una seminariale, a porte chiuse, per studiosi e ricercatori.

A inaugurare questo ciclo di appuntamenti è stato Pierre Lévy, insieme a Adriano Fabris il 21 e 22 maggio 2018.

Il 25 e 26 Giugno 2018 è toccato a Alvaro De Rujula, che ha dialogato con Sergio Bertolucci su "La narrazione del Cosmo", mentre il 17 e 18 Settembre 2018 abbiamo ospitato Lamberto Maffei, in dialogo con Andrea Bonaccorsi su "Percezione, arte, tempo".

Entrepreneurship in Humanities

È un percorso di eccellenza, volto a sostenere studiosi di estrazione umanistica nell’individuare nuove opportunità imprenditoriali, favorendo l’acquisizione di competenze interdisciplinari fra scienze umane, discipline sociologiche, tecnologiche ed economiche, scienze della comunicazione e marketing.

Nell’ottobre del 2017 è stato inaugurato il Centro Arti e Scienze Golinelli, di fronte a Opificio Golinelli, un centro di ricerca, immaginazione e sperimentazione.

Il filo conduttore delle iniziative è la consapevolezza che la sintesi tra arti, scienze e tecnologie abbia prodotto le stagioni più alte della cultura occidentale e sia quindi uno dei terreni più fertili per immaginare e rappresentare il futuro, e per stimolare, nell’ambito delle scienze umane, forme di imprenditorialità creativa.

Il Centro mira fra l’altro a contaminare, con le sue attività, anche le aree di Fondazione Golinelli dedicate a educazione, formazione e imprenditorialità.

La sua nascita va infine inquadrata nel programma pluriennale di sviluppo Opus 2065, volto a sostenere le giovani generazioni nel loro percorso di crescita, partendo dall’idea che educazione e cultura siano le basi per il futuro della nostra società.

Il gruppo di lavoro, presieduto e coordinato da Andrea Zanotti, è composto da Andrea Bonaccorsi, Luca De Biase, Adriano Fabris, Marcello Veneziani.