LA VALUTAZIONE DIAGNOSTICA E FORMATIVA

Scienze e tecnologie, Matematica e fisica, Umanistico, Altro

Il corso approfondisce la valutazione diagnostica e formativa, nel rapporto con quella sommativa, per rileggere le proprie pratiche didattiche: il focus è quindi sulla valutazione come strumento finalizzato a favorire gli apprendimenti. Il corso propone ai docenti procedure, metodi e strumenti per seguire e orientare il percorso formativo degli studenti ed è organizzato con brevi lezioni e video lezioni che introducono i temi principali, articoli, documenti e contenuti di approfondimento, esercizi e linee guida per attivare l’analisi e riflessioni sulle proprie pratiche didattiche e su come avviare brevi sperimentazioni con i propri studenti in classe. Webinar e workshop online consentono focus sugli aspetti prioritari del corso e il confronto tra pari sulle sperimentazioni svolte. 

Obiettivi 

  • Chiarire il ruolo della valutazione nelle sue diverse funzioni e nell’insieme della progettazione didattica.
  • Favorire un approccio alla valutazione che lega tra loro la dimensione progettuale, riferita agli obiettivi di apprendimento, la dimensione didattica delle strategie educative, e gli strumenti per raccogliere evidenze, monitorare e orientare, anche per la valutazione delle competenze di cittadinanza.
  • Far sperimentare concretamente l’approccio al processo valutativo all’interno di una progettazione didattica, anche di tipo interdisciplinare.
  • Promuovere l’utilizzo di diverse forme e strumenti di valutazione della pratica quotidiana di insegnamento durante l’anno scolastico.
  • Declinare strumenti valutativi, replicabili in classe

Programma 23 febbraio - 31 maggio 2022

1. La valutazione diagnostica e formativa: il valore nelle pratiche didattiche
Presentazione delle funzioni diagnostiche e formative nel quadro generale del processo valutativo esplicitazione degli aspetti significativi e le evidenze scientifiche
Avvio riflessione sulle proprie pratiche didattiche.

2. La valutazione veloce, i feedback, l’autovalutazione e rubriche per promuovere l’apprendimento
Approfondimento delle pratiche che in termini formativi consentano maggiormente di promuovere l’apprendimento
Riflessione sulle proprie pratiche didattiche con possibile sperimentazione in classe e condivisione.

3. Strumenti e procedure di valutazione formativa
Presentazione degli strumenti valutativi con esempi di applicazione: strumenti tradizionali in un’ottica formativa, strumenti osservativi e per l’autovalutazione, le rubriche.

4. Progetto individuale
Linee guida e rubrica formativa per mettere a punto e/o sperimentare un progetto didattico personale che includa la valutazione diagnostica e formativa.

Dopo il secondo e il terzo modulo si prevede lo svolgimento di un webinar con i formatori  in modalità sincrona.  Questo è utile per orientare e dare feedback sulle sperimentazioni e riflessioni e per proporre attività online, per piccoli gruppi.

Per favorire la pianificazione personale dei momenti di studio e sperimentazione, è possibile iniziare la fruizione del corso quando si desidera. I webinar vengono videoregistrati e resi disponibili all’interno della classe. 

La classe è comunque una classe attiva, con un tutoraggio continuo. Pertanto, qualora fosse necessario, è possibile replicare gli appuntamenti in diretta previsti ed eventualmente  prevederne altri.

Nota

Le date del corso sono in fase di definizione.

Il corso è stto pubblicato su piattaforma SOFIA. Il codice dell'iniziativa è 61427.

Mappatura delle competenze

Al termine del percorso proposto ci si aspetta che gli insegnanti siano in grado di:

  • distinguere le diverse fasi del processo valutativo;
  • differenziare e valorizzare le diverse funzioni valutative;
  • stabilire una relazione chiara tra progettazione, valutazione e apprendimento;
  • approcciarsi alla valutazione definendo le rubriche e gli strumenti valutativi in funzione dei traguardi di apprendimento obiettivo;
  • progettare interventi didattici coerenti nei quali siano definiti i traguardi obiettivo, le strategie didattiche e valutative da adottare e alcuni strumenti valutativi.

Tipologia delle verifiche finali

Per ricevere l’attestato di formazione è richiesta la partecipazione di almeno 75% delle ore totali dell’iniziativa, prevedendo una frequenza minima del 75% delle ore online e consegna nei tempi previsti dei deliverable richiesti.

Attestato di formazione

La partecipazione a oltre il 75% delle attività online - webinar, studio individuale, sperimentazione e la realizzazione delle esercitazioni e test nei tempi richiesti - dà diritto alla ricezione dell’attestato di partecipazione al corso e al conseguimento di 1 Unità formativa.
Se si partecipa solamente ad alcune attività senza raggiungere il 75% delle ore totali dell’intera iniziativa si riceve un attestato di frequenza.



Ambiti trasversali
  • didattica e metodologie
Ambiti specifici
  • problemi della valutazione individuale e di sistema
area
A5 metodologie per la didattica
A chi è rivolto
Scuola primaria
Scuola secondaria di I grado
Scuola secondaria di II grado
Durata
30 ore
di cui 0 ore in modalità sincrona
unità formative
1
posti disponibili
40
Tipologia
Metodologico
Formatori

Maurizio Betti, insegnante di matematica alle scuole superiori, svolge attività di ricerca pedagogica, in particolare su valutazione e osservazione delle pratiche didattica presso il Dipartimento di Scienze dell’educazione Università di Bologna. Svolge attività di formazione e aggiornamento insegnanti, anche in collaborazione con Fondazione Golinelli.

Camilla Spagnolo, collabora con l’Università di Bologna e l’Università di Urbino con una tesi di dottorato sulla didattica della matematica e competenze trasversali nella didattica per competenze e nella valutazione. Insegna matematica nella scuola secondaria. Svolge attività di formazione ed educazione scientifica.  Collabora con INVALSI, Formath Project e Fondazione Golinelli.

Eliana Leonetti, assegnista di ricerca presso l’Università di Bologna. Insegna nella scuola secondaria di secondo grado e attualmente si occupa di didattica dell’italiano, in particolare di leggibilità e comprensibilità dei testi scritti.  Tiene corsi di formazione rivolti a insegnanti di tutti i gradi scolastici e collabora con Formath Project, Fondazione Golinelli e INVALSI.

Giorgia Bellentani, è program manager delle attività rivolte agli insegnanti e ai dirigenti scolastici dell’Area Scuola della Fondazione Golinelli, con una formazione sociologica e manageriale, svolge anche attività di formazione in aula di ambito metodologico.

Contributo di partecipazione
100 €
Sede
Online