DAL CERN ALLA SCUOLA: NUOVI ORIZZONTI DI CONOSCENZA. RIPENSARE L’INSEGNAMENTO DELLE SCIENZE IN CHIAVE MULTIDISCIPLINARE

Scienze e tecnologie, Matematica e fisica, Umanistico, Altro

Un ciclo di quattro webinar gratuiti dedicati al mondo della scuola per ripensare l’insegnamento in chiave multidisciplinare e approfondire nuovi orizzonti di conoscenza. Si svolgeranno tra il 21 marzo e il 12 aprile in modalità online, promossi da Italian Teacher Program del CERN e Fondazione Golinelli, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione

A partire da alcune esperienze del CERN, fucina di innovazione in cui idee, conoscenze, applicazioni e dinamiche sociali sono all’avanguardia, saranno forniti spunti di riflessione e modelli per una didattica delle scienze sempre più innovativa. 

DESTINATARI

Insegnanti/dirigenti di qualsiasi ordine scolastico interessati agli argomenti dei webinar.

Informiamo gli insegnanti intenzionati a partecipare all'intero percorso che si devono iscrivere ad ogni singolo incontro tramite i link sotto indicati.
L'intero percorso è stato pubblicato sulla piattaforma S.O.F.I.A.. Il codice dell'iniziativa è 70119.

PROGRAMMA

21 marzo, ore 17.15 - L’arte nel pensiero scientifico

Interventi di Mónica Bello, storica dell’arte, curatrice e direttrice di Arts at CERN e Armin Linke, artista, fotografo e regista. Modera Alessandro Saracino, Program Manager Innovazione didattica e tecnologica Fondazione Golinelli.

Può l'arte favorire l'innovazione e lo svilupparsi dell’impresa scientifica? In che modo il confronto con gli scienziati e le scienziate condiziona il processo creativo? A partire dall'esperienza di “Arts at CERN”, programma di residenze di artisti, l'incontro indaga il valore dell'arte nello sviluppo della ricerca e del pensiero scientifico. 

Per iscriversi cliccare qui.

28 marzo, ore 17.15 - IdeaSquare: favorire la collaborazione e le idee

Intervento di Sergio Bertolucci, fisico, già direttore di ricerca e calcolo scientifico del CERN e co-fondatore di IdeaSquare il laboratorio per l'innovazione al CERN. Dialoga con Giorgia Bellentani, Program Manager Formazione Insegnanti Fondazione Golinelli.

Le storie e i percorsi dei ricercatori e delle ricercatrici che si incontrano a Ginevra rendono il CERN un prototipo della comunità del futuro. Come si valorizzano le collaborazioni internazionali e le interazioni tra le diversità? L’appuntamento fornirà alcuni spunti di riflessione su come la diversità favorisca l’impresa scientifica e l'innovazione e su come affrontare le possibili difficoltà.

Per iscriversi cliccare qui.

4 aprile, ore 17.15 - Nuove sfide per la comunicazione della scienza

Interventi di Antonella Del Rosso, fisica, al CERN si occupa di comunicazione scientifica e dell’Italian Teacher Program e Fabio Capello, pediatra presso l’Ausl di Bologna e giornalista scientifico. Modera Raffaella Spagnuolo, Program Manager, Responsabile scientifico Laboratori e Program Manager Didattica 14-18.

La comunicazione scientifica favorisce la conoscenza dei fenomeni e lo sviluppo del pensiero critico nei cittadini e nelle cittadine. L’incontro ripercorre le scelte e gli approcci seguiti al CERN nel divulgare il proprio lavoro di ricerca mettendoli a confronto con altre esperienze di comunicazione sui temi della salute. Cosa differenzia la comunicazione dei progressi della fisica delle particelle con quelli della medicina? Quali modelli sono possibili e funzionali? Come e perché realizzare anche a scuola attività di comunicazione della scienza? 

Per iscriversi cliccare qui.

12 aprile, ore 17.15 - Dati, reti e capacità di calcolo: la ricerca del futuro

Interventi di Giuseppe Lo Presti, ingegnere informatico, esperto di storage al CERN e Barbara Martelli, Primo Tecnologo Informatico e project manager presso INFN-CNAF. Modera Enrico Tombesi, ingegnere, esperto di didattica della scienza, Responsabile Sviluppo Offerta Didattica di Fondazione Golinelli.

Quali sono gli aspetti interessanti e gli scenari relativi al tema della capacità di calcolo e lo stoccaggio di dati? Cosa ci si aspetta per il futuro, quali le tendenze e le ipotesi possibili, per la ricerca e la società. Un incontro dedicato agli insegnanti e alle insegnanti per offrire spunti interessanti di confronto con la classe sugli scenari della ricerca del domani.

Per iscriversi cliccare qui.

NOTE

I webinar sono gratuiti con prenotazione obbligatoria previa iscrizione alla newsletter.

Gli insegnanti che seguiranno l'intero percorso e si registreranno sulla piattaforma S.O.F.I.A. riceveranno l'attestato di partecipazione finale da parte del MI.
Invece, gli insegnanti che non seguiranno l'intero percorso, riceveranno l’attestato di frequenza per ogni singolo incontro a cui parteciperanno.

Per coloro che sono interessati a seguire i webinar ma non sono insegnanti/dirigenti è possibile iscriversi cliccando qui.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mónica Bello. Storica dell'arte e curatrice, dal 2015 è curatrice e direttrice di Arts al CERN, il programma che promuove il dialogo tra artisti e scienziati in uno dei laboratori più importanti del mondo. Ha co-curato la mostra Quantum / Broken Symmetries che comprende dieci opere d'arte di Arts al CERN che hanno girato il mondo dal 2018 al 2020. È curatrice del Padiglione Islandese per la Biennale di Venezia 2022, è stata Guest Curator per la prestigiosa Audemars Piguet Art Commission for Art Basel 2018, direttore artistico di VIDA alla Fundación Telefónica (2010-14) e responsabile del dipartimento educativo al Laboral Centro de Arte Gijón (2008-2010).

Armin Linke. Fotografo e regista, indaga nelle sue opere il rapporto tra ambiente naturale, tecnologico e urbano. Durante i suoi vent'anni di carriera, ha studiato come l'umanità utilizzi la tecnologia e la conoscenza per trasformare e modificare le risorse naturali e la superficie terrestre. I suoi film e le sue fotografie sono osservazioni dei cambiamenti che gli esseri umani hanno apportato alla terra, agli oceani e alla biosfera. Ha collaborato con diversi laboratori di ricerca (CNR-ISMAR, MARUM, GEOMAR, Ghent University Marine Biology Research Group, Chisholm Laboratory for Microbial Oceanography and Cross-Scale Systems Biology, Centro Ricerche Metapontum Agrobios - ALSIA, Laboratori del Gran Sasso - INFN) anche in connessione con l’Anthropocene Working Group. É stato research affiliate al MIT Cambridge, professore ospite all’IUAV di Venezia e professore all’University of Arts and Design Karlsruhe (HfG). Oggi è guest professor all’ ISIA Urbino, artista ospite ad Arts at CERN e artista in residenza al Kunsthistorishes Institut in Florenz – Max-Planck-Institut.

Sergio Bertolucci. Fisico delle particelle e professore ordinario presso l’Università di Bologna, è stato vicepresidente dell'INFN e direttore di ricerca e calcolo scientifico al CERN, dove ha presieduto il comitato scientifico di LHC e ha avuto un ruolo chiave nella progettazione e costruzione di importanti esperimenti e acceleratori di particelle (come CDF e KLOE e DAFNE collider). Ha coordinato e diretto esperimenti e gruppi di ricerca internazionali anche al Fermilab di Chicago e al DESY di Amburgo. Al CERN ha dato vita a IdeaSquare, il laboratorio per l'innovazione e presiede l’R&D&I Committee di ATTRACT, il progetto pluriennale parte del programma Horizon 2020 per il trasferimento tecnologico e l’innovazione legati all’imaging e al rilevamento. Oggi guida tra l’altro il comitato di indirizzo di B.Rex, il Competence Center dell’Emilia-Romagna, istituito dal Ministro dello Sviluppo Economico nel quadro del piano governativo industria 4.0.

Antonella Del Rosso. Laureata in fisica con specializzazione in fisica delle particelle e, in seguito in fisica nucleare, si occupa di comunicazione scientifica da circa 20 anni. In seno al gruppo Comunicazione del CERN è responsabile della comunicazione interna, editor del CERN Bulletin, e coinvolta in diversi progetti espositivi, alcuni in lavorazione anche ora. Coordina l’Italian Teacher program, le attività che il centro di Ginevra rivolge a docenti e studenti italiani.

Fabio Capello. Medico chirurgo, pediatra alla Ausl di Bologna con un master in Giornalismo e Comunicazione Scientifica. Ha esperienze lavorative in quattro continenti con un interesse particolare per la medicina dei paesi a risorse limitate, per la salute infantile e per la metodologia clinica e della ricerca. Ha collaborato con il Gruppo comunicazione del CERN e scrive per riviste nazionali ed internazionali.

Giuseppe Lo Presti. Ingegnere informatico, laureato e specializzato all’Università di Palermo, si trova al CERN dal 2004 ed è parte dello staff dal 2008. Si occupa dello sviluppo e del supporto di sistemi scalabili di memorizzazione e gestione dati per gli esperimenti di Fisica. Oggi fa parte del team di sviluppo di CERNBox, il servizio di "cloud storage" offerto all’intera comunità scientifica che ruota attorno al CERN.

Barbara Martelli Primo Tecnologo Informatico e project manager presso INFN-CNAF, si occupa da vent'anni di sistemi distribuiti per analisi di big data nell'ambito della ricerca scientifica, in particolare per la fisica e la medicina



area
A6 didattica trasversale
A chi è rivolto
Nidi e infanzia
Scuola primaria
Scuola secondaria di I grado
Scuola secondaria di II grado
Durata
5 ore
di cui 5 ore in modalità sincrona
unità formative
0
posti disponibili
250
Tipologia
STEAM
Formatori

Mónica Bello
Armin Linke
Sergio Bertolucci
Antonella Del Rosso
Fabio Capello
Giuseppe Lo Presti
Barbara Martelli

Contributo di partecipazione
Gratuito
Date e orari degli appuntamenti
21/03/2022     17:15 - 18:30     Webinar
28/03/2022     17:15 - 18:30     Webinar
04/04/2022     17:15 - 18:30     Webinar
12/04/2022     17:15 - 18:30     Webinar
Sede
Online